Le 7 Migliori Gite di Un Giorno da Stoccolma

Molto spesso, erroneamente, si pensa ai paesi del Nord Europa come paesi freddi e benché effettivamente per buona parte dell’anno le temperature siano rigide, l’atmosfera che vi si respira è calda ed accogliente. Stoccolma, per esempio, capitale della Svezia, è una città viva e variopinta, allegra.

Se già di base possiamo dire che parte avvantaggiata per la sua morfologia, la storia, l’architettura e la cultura la rendono una meta davvero interessante da visitare in 3 giorni o un weekend.

Parliamo di fine settimana, ma se si hanno tempo e budget sufficienti, la permanenza potrebbe avere una durata ancora maggiore. Infatti, a meritare una visita non è solo il centro cittadino con i suoi numerosi canali, ponti e musei, ma anche le zone nelle immediate vicinanze.

I paesaggi svedesi nei dintorni di Stoccolma sono ricchi di fascino ed andrebbero seriamente presi in considerazione se si hanno a disposizione almeno 5 giorni per il proprio viaggio in terra svedese. Qui di seguito trovi quindi le attrazioni che non dovresti perdere se decidi di fare dei tour da Stoccolma e delle gite nei dintorni.

Uppsala

Uppsala è un’affascinante città universitaria che offre tantissime cose da fare ed è facilmente raggiungibile da Stoccolma con soli 30/40 minuti in treno.

È un luogo percorribile e pittoresco, con un’atmosfera rilassata ma dinamica e numerose attrazioni per una gita di un giorno da Stoccolma ma anche per un soggiorno più lungo.

Sposando il vecchio con il nuovo, molto simile a Stoccolma in questo senso, Uppsala è una città versatile ed è una gioia da esplorare.

Lo skyline di Uppsala è dominato dalla cattedrale medievale e dal castello del XVI secolo, entrambi situati a ovest di Fyrisån, il fiume che divide la città. Molte delle strutture dell’università si trovano nella stessa zona, tra cui l’edificio dell’amministrazione universitaria, il giardino botanico e la biblioteca principale, Carolina Revidiva.

Birka

Una meta ideale per una gita di un giorno avente Stoccolma come città di partenza è Birka, che si trova sull’isola di Björkö ed è quindi raggiungibile via mare con i battelli.

In passato ha rappresentato, oltre che un insediamento viching, un ricco e fiorente centro per il commercio fluviale, tanto è vero che nel periodo di massimo splendore vi si contavano qui ben 3 porti. Oggi è apprezzata per la paesaggistica e per le antiche rovine: si tratta infatti dell’insediamento più antico di tutta la Svezia, risalente all’epoca vichinga e per questo il sito è nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

La sua fondazione risale a circa il 450 d.C. e secondo alcune fonti, si pensa che il re svedese avesse creato la città per controllare il commercio nella Scandinavia settentrionale. Gli scavi dimostrano che la Birka vichinga commerciava con merci provenienti da tutto il mondo. Gli archeologi hanno trovato argento arabo, perline dell’Europa orientale, calici di vetro, ceramica e tessuti. I vichinghi, a loro volta, commerciavano ferro, pelli, corna e pellicce.

Molti dei reperti archeologici trovati sono oggi esposti al museo vichingo, il cui biglietto d’ingresso è compreso nel prezzo del battello per raggiungere l’isola.

Sigtuna

A circa 30 minuti di treno da Stoccolma si trova un ulteriore insediamento storico risalente all’epoca vichinga che, prima della fondazione di Stoccolma, ha rappresentato la città del Re.

Fondata nel X secolo, Sigtuna è rinomata per essere la città, o meglio il villaggio, in cui è stata coniata la prima moneta, ma non solo! Tra le vie di questa località così vicina a Stoccolma è possibile osservare più di 20 pietre runiche, vale a dire le grandi pietre sulle quali nel XI secolo si iscrivevano le memorie e le gesta di personaggi di grande spessore e vi si raccontavano per iscritto i viaggi condotti.

Situata sul lago Mälaren, Sigtuna  merita assolutamente una visita di una giornata, o anche solo mezza giornata.

Così come Sigtuna anche Vasteras merita una visita.

Essa è capoluogo della contea di Västmanland, dove sorge un grandissimo castello che ospita un museo. Degne di nota poi nei dintorni di questa località sono la zona collinare del quartiere di Kyrkbacken dove si possono ammirare tante e piccole casette risalenti al ‘700 e Anundshög.

A circa 6 chilometri dal centro di Västerås si trova infatti un interessante tumulo sepolcrale del VI secolo, che è quello reale più grande della Svezia. 

Trosa

Incredibilmente pittoresca ed accogliente è la cittadina di Trosa, la quale dista circa 70 chilometri da Stoccolma ed è una delle mete più turistiche e facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici: con l’autobus (Trosabussen) che corre regolarmente tra Stoccolma e Trosa, ci vogliono solo 55 minuti per arrivare.

Fondata da Re Carlo IX di Svezia nel 1610 e rasa al suolo dai russi nel 1719, Trosa ospita un porto turistico molto vivace, soprattutto durante la stagione estiva.

Qui il verde ed il mare non mancano, anzi la fanno da padroni e per questo si possono fare innumerevoli escursioni ed esperienze in kayak, oltre che fare lunghe passeggiate o visitare una delle più importanti residenze estive della sovranità svedese: il castello Tullgarn Slots ed i suoi ampi giardini, castello in cui si rintracciano stili differenti, appartenenti sia ad epoche che a scelte stilistiche personali diverse.

Vaxholm

Vaxholm fu fondata come avamposto difensivo durante il sedicesimo secolo, ma ricevette il suo statuto di città nel 1647: conosciuta come la capitale dell’arcipelago di Stoccolma, Vaxholm è facilmente raggiungibile dalla città con il traghetto.

Durante il XIX secolo si trasformò in una meta popolare soprattutto nel weekend e una fuga estiva per gli abitanti di Stoccolma, e lo rimane ancora oggi.

Anche se Vaxholm ha poche attrazioni turistiche specifiche, è un posto incantevole da visitare, con stradine fiancheggiate da case color pastello con tocchi decorativi e recinti caratteristici. La maggior parte risale al 20 ° secolo. Il centro della città ha negozi che vendono arredamento, prodotti da forno, dolci, abbigliamento, generi alimentari e altri oggetti.

Castello di Drottningholm

Versailles è a Parigi ed è rinomata in tutto il mondo, ma anche la Scandinavia ha una meravigliosa residenza reale e questa è il Castello di Drottningholm che dal 1991 fa parte del patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Il castello è stato costruito a partire dal 1662, mentre il giardino circostante, anch’esso patrimonio dell’UNESCO, risale ad un altro periodo, in quanto è stato creato nel 1777.

Il nome Drottningholm è traducibile come “piccola isola della regina” e risale all’edificio che nel 1580 Giovanni III di Svezia costruì per Caterina Jagellona, sua regina, e che nel 1661 andò completamente a fuoco.

Nei secoli questo castello è stato residenza di numerose famiglie reali ed è stato protagonista di molteplici ristrutturazione e modifiche. Al suo interno sono oggi visitabili la Chiesa, il teatro ed il padiglione cinese, oltre che i due giardini, quello inglese e quello barocco.

Lago Malaren

Il lago Mälaren, o lago Malar, è uno dei gioielli naturali della Svezia: con i suoi 1.140 km² il lago Mälaren è il terzo più grande lago d’acqua dolce del paese.

Durante una visita di un giorno è possibile fare un salto al castello di Gripsholm o addirittura al palazzo di Drottningholm per una visita “al volo”, ma molte persone preferiscono andare direttamente a Långholmen: una spiaggia sabbiosa che è un luogo perfetto per rilassarsi e distendersi, soprattutto in estate.

Il Lago Malaren però è anche un’ottima destinazione per le persone attive e che amano gli sport all’aria aperta: oltre alle attività acquatiche ci sono infatti dozzine di piste ciclabili e sentieri che attraversano i boschi che costeggiano le sue rive.

Written By
More from Redazione

Collegamenti dagli Areoporti al Centro di Stoccolma

Il modo più comodo e veloce per arrivare a Stoccolma, soprattutto se...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *