Stoccolma in 3 Giorni: Itinerario Pronto all’Uso

stoccolma in 3 giorni

Stoccolma è la meta perfetta da visitare in 3 giorni o in un weekend, sia con gli amici che con il proprio partner. In questo post trovate alcuni suggerimenti per visitarla al meglio anche se non si dispone di moltissimo tempo per visitare la Capitale della Svezia.

In linea di massima, è utile sapere che non è una città grande, tuttavia vi sono molti musei di cui alcuni molto interessanti,  immancabili gite in battello e molte attrazioni nei dintorni.

Giorno 1

Il primo giorno inizia con una passeggiata attraverso Gamla Stan (il centro storico), un affascinante angolo pieno di strade strette ed edifici rossi e gialli, tipici in Svezia, che porta alla bella piazza Stortorget. Lungo il cammino è possibile vedere alcune chiese, soprattutto la cattedrale, una delle attrazioni della capitale, e perdersi in uno dei tradizionali negozi di artigianato lungo le strade Vasterlangattan e Oster Langgatan.

L’abbondanza di bellissimi edifici e monumenti storici ha reso oggi Gamla Stan una delle parti più turistiche di Stoccolma,specialmente Stora Nygatan, una strada lunga e stretta fiancheggiata da negozi che vendono elmi vichinghi con corna di plastica, bandiere svedesi e cioccolatini a forma di “alci”.

Fu proprio a Gamla Stan che nel 1252 lo statista svedese Birger Jarl fondò Stoccolma. La piccola città murata era progettata per respingere gli assalitori ma divenne rapidamente un importante scalo commerciale, espandendosi fino a includere Helgeandsholmen e Riddarholmen, piccole isole satellite che ora sono collegate ad essa attraverso ponti trafficati.

Per farvi un’idea della vita nei primi giorni di Stoccolma, vale la pena visitare l’eccellente Medeltidsmuseet  (museo medievale), che ospita una sezione lunga 55 metri delle mura originali della città, l’unico pezzo ancora visibile.

Nel pomeriggio si può effettuare una visita all’interno del Palazzo Reale, uno dei più grandi in Europa.

Con oltre 600 stanze, è la residenza ufficiale di sua maestà il re di Svezia. Assicurati di non perdere il cambio della guardia di fronte al palazzo.

La visita costa all’incirca 16 euro, ma se hai lo Stockholm Pass, avrai la visita gratuita.

Ecco una curiosità divertente: sapevi che la principessa di Svezia si è sposata con il suo allenatore della palestra? La Svezia è davvero un paese democratico, tutti sono uguali!
Da non perdere al suo interno la Cappella Reale, la stanza in cui Gustavo III morì, la Karl XI Gallery, la Royal Armouries, e tutte le stanze di questa enorme armeria.

Dopo una prima giornata intensa, il suggerimento è di trascorrere la serata sorseggiando un drink all’ Ice Bar situato all’interno dell’Hilton Hotel, un luogo dove poter vivere un’esperienza davvero curiosa, dato che tutto l’anno la temperatura è di -7 gradi Celsius e l’interno è tutto di ghiaccio (bicchieri compresi).

Giorno 2

La seconda giornata inizierà visitando la bellissima isola di Djugarden, situata all’interno dell’Ekoparken, parco urbano a Stoccolma.

Per secoli Djugarden ha servito la famiglia reale svedese come terreno di caccia, ma oggi questa verde isola è meglio conosciuta come la capitale dei musei di Stoccolma. Si tratta di una piacevole fuga dal trambusto di Norrmalm e Gamla Stan: ci sono talmente tanti luoghi di interesse che potrebbero tenervi occupati per giorni interi.

Alcuni dei musei più grandi e migliori della città infatti si trovano qui. Il Museo Vasa, è forse l’attrazione turistica più intrigante di Stoccolma – e anche una delle più visitate. All’interno di questo museo vi è l’imponente nave da guerra del XVII secolo che dà il nome all’ edificio. Questa nave affondò il 10 agosto del 1628, ma fu recuperata dalle acque.

Se siete in vacanza con i bambini, accanto al Museo Vasa c’è lo Junibacken, uno spazio dedicato all’autrice di libri per ragazzi Astrid Lindgren, creatrice di Pippi Calzelunghe.

Su questa isola si trova anche il Museo Skansen, un museo all’aperto inaugurato nel 1891 e che è composto da 150 vecchi edifici (fattorie, case, negozi, chiese, laboratori) che riproducono la vita di secoli fa in Svezia. Dopo la visita dello Skansen, il consiglio è recarsi al Rosendals Gardens (o in uno degli altri parchi di Stoccolma), un luogo- istituzione per gli svedesi, circondato dalla rigogliosa natura e atmosfera romantica. In inverno, sotto la neve, ha una bellezza incredibile.

In alternativa o se avete ancora tempo ci sono molti altri musei che vale la pena visitare e che si trovano nelle vicinanze, come per esempio l’ ABBA Museum, il Nordiska o il museo degli alcoolici!

Consiglio: acquista lo Stockholm Pass cioè una carta tutto-in-uno che ti permette l’accesso gratuito o scontato alla maggior parte delle attrazioni di Stoccolma!

Appena ad ovest dell’isola di Djurgården e collegata ad essa da un servizio di traghetti attivo tutto l’anno, l’isola molto più piccola di Skeppsholmen ha anch’essa un paio di musei che, se avete tempo a sufficienza, vale la pena visitare. Il migliore è senza dubbio il Moderna Museet (la principale galleria d’arte moderna di Stoccolma), che ospita luminose gallerie bianche piene di opere di artisti famosi.

Giorno 3

Durante l’ultimo giorno è raccomandato alzarsi presto e andare al meraviglioso Palazzo Drottningholm, la Versailles svedese e Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Questa non è la residenza ufficiale del re svedese, ma è dove trascorre la maggior parte del suo tempo.

Costruito su un’isola, il palazzo condivide lo spazio con giardini barocchi accuratamente curati e un teatro costruito nel lontano 1766 ed ancora in uso oggi. È possibile visitare i giardini e il palazzo (a parte le parti private della famiglia reale) tutto l’anno, anche se l’orario di apertura durante l’inverno è limitato ai fine settimana.

Non è strettamente necessario visitare l’interno, in quanto già l’edificio stesso da fuori e l’ambiente che lo circonda meritano.

Dopo aver visitato il palazzo, ci si può recare presso il quartiere Sodermalm, a sud della città, la meta per eccellenza dello shopping a Stoccolma e noto per i suoi negozi di design e vintage. Sebbene i prezzi siano aumentati drammaticamente negli ultimi anni, Sodermalm è ancora un ritrovo popolare per studenti, musicisti e artisti che sorseggiano birre artigianali nei suoi bar stravaganti e saccheggiano i suoi negozi di seconda mano.

Per chi non è amante dei negozi, può attrezzarsi di macchina fotografica per visitare il Fotografiska, un museo sulla costa di Fjallgatan che offre una splendida vista di Gamla Stan e Djugarden.
All’interno, questo fantastico museo offre quattro mostre principali all’anno e da 15 a 20 mostre minori. All’interno vengono anche organizzat concerti e lezioni di fotografia.

Il pomeriggio dell’ultimo giorno è da dedicare al Municipio (Stadshuset) e la sua Blue Room, il luogo in cui si tiene ogni anno il tradizionale banchetto per il Premio Nobel. La torre del municipio è alta 106 metri, domina l’intero orizzonte della città, salendo i 365 gradini della scala si può vedere Stoccolma ai suoi piedi.

Qualche suggerimento utile per visitare Stoccolma

Una delle cose migliori che si possano fare a Stoccolma è quello di prenotare un tour tra alcune delle principali isole che compongono l’arcipelago (Skärgården) rilassandosi tra specchi d’acqua e canali: si tratta senza ombra di dubbio del modo migliore per esplorare la capitale. Se si va a Stoccolma durante l’estate, l’arcipelago è un luogo ideale per un pic-nic o per fare un tuffo in piscina come fa la gente del posto. Anche visitare in barca l’arcipelago durante i mesi invernali rappresenta un’esperienza unica, magica quanto una gita fatta in piena estate.

Soprattutto se state a Stoccolma pochi giorni, la cosa più conveniente è scegliere un hotel che sia centrale in maniera da on perdere troppo tempo prezioso in interminabili spostamenti: leggi i nostri suggerimenti su dove dormire a Stoccolma!

I trasporti pubblici a Stoccolma sono estremamente efficienti, ma non particolarmente economici.

La metropolitana ti porterà in molti posti turistici, se no, può essere facilmente sostituita con l’autobus.

Inoltre ci sono le barche. Con oltre 30 rotte, le barche sono come la metropolitana, ma sull’acqua: i biglietti sono venduti a bordo e costano alcune centinaia di corone al massimo.

Tags from the story
Written By
More from Redazione

La metro di Stoccolma, Guida Completa

La capitale svedese ha probabilmente uno dei migliori sistemi di trasporto pubblico...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *